Articoli

Come dipingere con gli acrilici



Sommario

Le vernici acriliche sono tra le più popolari al mondo, in particolare tra i fan del fai-da-te e gli appassionati di design che hanno bisogno di una vernice multi-superficie facile da usare che duri a lungo, a lungo. Tuttavia, se sei appena passato da un altro tipo di vernice (come i marchi a base di olio) o non hai mai provato a dipingere prima, ci sono alcune regole e suggerimenti specifici che potresti dover sapere per aiutarti a ottenere i migliori risultati possibile.

Noi di Best of Machinery abbiamo messo insieme questa breve guida su come dipingere con gli acrilici, insieme ad alcuni suggerimenti extra per rendere il lavoro di verniciatura molto più semplice.



Cosa sono gli acrilici?

Le vernici acriliche sono un tipo di vernice incredibilmente versatile che può essere utilizzato su quasi tutte le superfici con le giuste preparazioni in atto, fornendo una sorprendente quantità di resistenza all'acqua e durata extra una volta asciutte, non solo, ma il processo di asciugatura è molto più veloce rispetto ad altri tipi di vernice.

Tutti colori acrilici può essere diluito aggiungendo un po 'd'acqua e mescolandosi tra loro, in modo da poter adattare la consistenza e il colore alla superficie o all'oggetto che stai cercando di dipingere. Tuttavia, non sono compatibili con altri tipi di vernice e la loro miscelazione potrebbe portare a risultati peggiori rispetto a quando si utilizzava un solo tipo per iniziare.

Tipi di pennello

Dovresti sempre abbinare la tua selezione di pennelli alla superficie che stai dipingendo e le vernici acriliche sono abbastanza versatili da lavorare con una vasta gamma di pennelli diversi. Sebbene la maggior parte delle persone possieda un pennello piatto standard per dipingere i muri, non sono l'unica opzione: i pennelli a forma di ventaglio aiuteranno a fondere i colori l'uno nell'altro, mentre i pennelli arrotondati sono migliori nel creare linee e dettagli coerenti su scala ridotta progetti.

Il processo di verniciatura

Le vernici acriliche dovrebbero essere trattate come qualsiasi altra vernice, dal momento che sono funzionalmente identiche, almeno in condizioni ideali. Poiché le vernici acriliche si asciugano abbastanza facilmente, dovrai assicurarti che il tuo rifornimento di vernice non si asciughi - se stai usando quantità minori, come una piccola pentola o una tavolozza di colori, assicurati di aggiungere una piccola quantità di acqua in modo che non si asciughi mentre stai cercando di usarlo. Questo rende anche molto più difficile la rimozione se si commette un errore poiché piccole quantità possono asciugarsi in appena dieci minuti.

D'altra parte, questo rende le vernici acriliche ideali per progetti più complessi. Ad esempio, se stai dipingendo un vaso o un vaso per contenere i fiori, puoi fare uno strato iniziale di vernice acrilica e lasciarlo asciugare in circa mezz'ora, quindi tornare a dipingere su tutti i dettagli che desideri aggiungere. Ciò consente di risparmiare molto tempo, soprattutto rispetto alle vernici ad asciugatura più lenta e significa che puoi apportare correzioni al tuo design abbastanza rapidamente anche dopo che è asciutto.

Poiché la vernice acrilica è straordinariamente resistente all'acqua e non si lava facilmente, dovrai pulire leggermente i pennelli per pulire i pennelli quando devi verniciare un colore o un tipo di vernice diverso. Immergere il pennello in una pentola d'acqua di solito non sarà sufficiente, e finirai inavvertitamente mescolando parte della vernice acrilica con qualsiasi altra cosa per cui stai usando il pennello. Questo impedisce anche che si indurisca intorno alle setole del pennello, il che può essere un problema dato che si asciuga così velocemente.

Tecniche di verniciatura avanzate

Tuttavia, non è necessario utilizzare il normale metodo di verniciatura se è necessario qualcosa di più specializzato: alcune persone preferiscono la spazzolatura a secco per ottenere un aspetto più distinto simile alla vernice utilizzando tubi di vernice acrilica piuttosto che lattine, consentendo loro di applicarlo a una superficie senza usare acqua. Puoi anche fare l'esatto contrario e diluire la vernice, rendendola più traslucida senza influire sul potere adesivo o sulla consistenza della copertura.

A cosa servono gli acrilici?

La natura resistente all'acqua delle vernici acriliche essiccate le rende eccellenti per l'uso esterno, il che significa che puoi usarle per proteggere le superfici più deboli dall'acqua e dai danni del tempo se le applichi correttamente. Tuttavia, sono anche molto meno tossici rispetto ad altre varietà di vernici e non producono un odore evidente, quindi sono anche ottimi per dipingere oggetti in interni senza dover evitare l'intera stanza per un giorno o due mentre la vernice si asciuga .

Più a lungo lascerai asciugare gli acrilici, più diventeranno forti - idealmente, vorrai correggere gli errori che trovi il più presto possibile poiché alla fine diventeranno durevoli come le pitture ad olio mantenendo la loro resistenza all'acqua, rendendo estremamente difficili da rimuovere. Se stai cercando una vernice temporanea che alla fine sostituirai o toglierai, potresti voler usare un tipo diverso a meno che non sei assolutamente sicuro di poter rimuovere la vernice acrilica in seguito.

Sono meglio di altri tipi di vernice?

Sebbene dipenda principalmente dalle preferenze personali, molte persone considerano le vernici acriliche come superiori alle vernici a base di olio e leggermente migliori rispetto ai tipi di vernice alternativi, anche se non saranno comunque adatte ad ogni situazione. La maggior parte delle volte, gli acrilici saranno in grado di fare esattamente le stesse cose, quindi si riduce davvero a quale preferisci.

Tuttavia, sono molto più facili da usare e possono essere diluiti o miscelati per creare combinazioni di colori molto specifiche, rendendole ideali sia per i pittori alle prime armi che per i professionisti che desiderano un modo rapido e semplice per ottenere esattamente la tonalità o la tinta che stanno cercando per. Sono persino abbastanza sicuri per essere utilizzati dai bambini più grandi (con la supervisione, ovviamente), dal momento che non emettono fumi pericolosi o odori terribili.